Episodio 1 – Sanvido Società Benefit

Tempo di lettura: 5 minuti

Batti Cinque!
5 minuti a tu per tu con aziende del territorio sul tema welfare

Ep.1 Sanvido Società Benefit

Sanvido
Benvenuti nella prima puntata della rassegna Batti Cinque!

Oggi abbiamo il piacere di fare quattro (o cinque) chiacchiere insieme a Nicole Asturaro. Lei ci guiderà nel mondo di Sanvido Società Benefit, azienda specializzata nella manutenzione, installazione e progettazione di impianti elettrici industriali e sistemi di automazione.

Parlaci un po’ di te.

Mi chiamo Nicole Asturaro, Sustainability Manager per le sedi di Parma e Vicenza. In particolare, mi occupo della sostenibilità e degli eventi, ma coordino anche iniziative a tema welfare avviate dall’azienda.

Come approcciate il tema welfare aziendale? Raccontaci di più sui valori fondamentali per Sanvido.

Inizio con quello che consideriamo il nostro unico fil rouge: la “famiglia”. Al di là della retorica, in poche parole miriamo a creare valore e consolidare i rapporti con i dipendenti e le loro famiglie. Infatti, siamo convinti che il costante “coinvolgimento” – altra parola importantissima – nella vita aziendale sia la chiave del benessere sul posto di lavoro, ecco perché tutti i nostri eventi sono rivolti ai dipendenti e le loro famiglie. E naturalmente anche “innovazione”, che dal punto di vista tecnico caratterizza i servizi che offriamo.

Nel vostro DNA c’è sempre stata forte attenzione all’ascolto dei dipendenti e delle loro esigenze. Quali iniziative perseguono questo obiettivo?

Dal valore dell’ascolto sono nate importanti iniziative, che costituiscono il nostro piano di welfare interno. Le più soddisfacenti sono senz’altro due: Sandy Solidale e il Permesso Rosa.

Sandy Solidale: di cosa si tratta?

Sandy Solidale nasce dalla perdita di un collaboratore che ha lasciato i propri cari in una situazione di forte difficoltà. La Direzione, senza esitazione, ha ideato questo importantissimo progetto. Sandy Solidale è una vera e propria Società di Mutuo Soccorso (ente no profit) costituita dalla volontà dell’azienda, ma di proprietà dei dipendenti che vogliono diventarne soci: gli interventi che si possono richiedere sono numerosi, e coprono non solo il dipendente socio ma anche l’ampio raggio della sua famiglia. L’azienda rimane comunque presente nel progetto, infatti si impegna a raddoppiare i contributi volontari versati dai soci dipendenti.

E il Permesso Rosa?

Prendere atto del fatto che il campo in cui opera la nostra azienda non è tinto di rosa ci ha portati ad ascoltare con maggiore attenzione le voci femminili della famiglia Sanvido. Trasparenza e fiducia nelle nostre collaboratrici sono state il punto di partenza per introdurre il Permesso Rosa.

Ci rivolgiamo alle dipendenti che, indipendentemente dalle eventuali patologie mestruali, possono assentarsi per un giorno al mese totalmente retribuito, sia ai fini previdenziali che lavorativi, senza la necessità di dover presentare certificati medici. Basta solo fare un passaggio con l’ufficio amministrazione – composto da donne – e avvertire. Siamo la prima azienda che in Emilia-Romagna si muove in questo senso, la terza a livello italiano.

La salute di un’azienda si può misurare anche attraverso il rapporto tra benessere e produttività. Avete riscontrato cambiamenti in questo senso?

I dipendenti della nostra azienda sono considerate persone, non numeri, con esigenze da valorizzare e una rete di relazioni alle spalle. Il clima sul posto di lavoro è positivo se supportato da legami di amicizia anche extra-lavorativi. Maggiore serenità sotto tanti punti di vista significa anche maggiore benessere per la collettività e per l’azienda.

Credi che le iniziative welfare che portate avanti possano essere di ispirazione per altre aziende del territorio?

Certo, crediamo senz’altro nell’effetto domino. Infatti, per noi è molto importante anche aumentare la risonanza di queste iniziative attraverso i principali media. La nostra azienda ha fatto un passo avanti, perché non prendere spunto in positivo?

Iniziative welfare vincenti vi rendono anche attrattivi agli occhi di potenziali nuove leve. Cosa sta ricercando il lavoratore del 2024?

La mia filosofia personale abbraccia l’idea per cui “se fai quello che ami, non lavorerai un solo giorno della tua vita”. Il clima di fiducia e l’atmosfera di famiglia che si respirano in azienda creano una rete di supporto personale e professionale importantissima. Il plus di Sanvido è proprio quello di valorizzare le soft skill, quelle che rendono unico l’essere umano: il lavoratore del futuro ricerca un luogo di lavoro dove sentirsi bene, dove sentirsi a casa.

Qualche idea per il futuro?

Periodicamente avviamo presso i dipendenti dei sondaggi, strumenti importantissimi per comprendere il grado di soddisfazione e accogliere eventuali suggerimenti. Salute e sicurezza sono temi molto sentiti, insieme a quello della formazione extra professionale. Legato trasversalmente a questo punto c’è un nuovo progetto in cantiere: la realizzazione di un’Academy, una scuola di alta formazione per le manutenzioni elettriche.

In parallelo, legata alla nostra volontà e filosofia di azienda sostenibile, è il percorso intrapreso per ottenere la certificazione B Corp, una scelta che ci porta sempre più consapevolezza di voler prestare attenzione nel creare un impatto positivo a persone e ambiente.

Ora tocca a voi. A quale azienda battete il cinque?

Scegliamo Cosmoproject Società Benefit, azienda di Parma che produce cosmetici ed è molto attenta alla sostenibilità mappando, monitorando e migliorando il ciclo della prima materia prima utilizzata: l’acqua.

Nasce Batti Cinque!

Nasce Batti Cinque!

Nasce Batti Cinque! Una rassegna di brevi interviste sulle iniziative più interessanti dal punto di vista delle politiche welfare.